Archivio della categoria: Musica

Giradischi professionali: testina a magnete o a bobina?

I giradischi professionali oggi disponibili in commercio sono capaci di garantire un’esperienza di ascolto semplicemente impeccabile, ma sono anche capaci di una resa estetica elevata, così che sia possibile inserirli senza alcun tipo di difficoltà all’interno della propria abitazione, valorizzando i propri ambienti domestici e rendendo possibile la massima armonia tra ogni elemento.

Ne sono disponibili così tanti modelli, che scegliere quello più adatto per le proprie esigenze risulta davvero molto complesso. Tra gli elementi che è necessario prendere in considerazione, dobbiamo ricordare la testina. Andiamo insieme alla scoperta delle caratteristiche più importanti dei due modelli di testina in assoluto più diffusi, la testina a magnete mobile e la testina a bobina mobile.

La testina a magnete mobile è composta da due bobine di piccole dimensioni con un magnete al loro interno e uno stilo. Lo stilo si muove nel solco del disco in vinile sia in orizzontale che in verticale, producendo segnali elettrici che vengono inviati ai magneti. I magneti li raccolgono e producono a loro volta un segnale elettrico che arriva fino all’amplificatore.

Questa tipologia di testina è oggi tra le più diffuse, soprattutto perché sono disponibili in commercio molti modelli di puntine compatibili che risultano anche semplici da sostituire, senza dimenticare poi la loro leggerezza che consente di usurare in modo meno intenso i dischi. Dobbiamo ammettere però che dal punto di vista delle prestazioni non sono le migliori che sia possibile ottenere.

Coloro che per i loro giradischi professionali vogliono davvero il meglio, dovrebbero allora prendere in considerazione una testina a bobina mobile. La bobina è in questo modello attaccata direttamente alla puntina, senza quindi la presenza di alcun magnete. La puntina che si muove sul disco invivibile, produce vibrazioni che arrivano in modo diretto alle bobine. Nessuna distorsione del suono quindi e una purezza semplicemente incredibile.

Hanno qualche difetto? Sicuramente si tratta di elementi un po’ più costosi rispetto all testine a bobina mobile. Risultano inoltre più delicate. In caso di usura potrebbe altresì essere difficile installarle e regolarle adeguatamente, cosa questa che comporta quindi la necessità di dover ogni volta far vedere il proprio giradischi da un professionista del suono. Lo stesso vale per la puntina: nel caso in cui si usuri, potrebbe essere necessario fare affidamento su dei professionisti. Qualche perdita di tempo insomma e qualche spesa extra, ma se davvero quello che si desidera è la qualità del suono più elevata, è proprio questo modello che deve assolutamente essere scelto.

Le regole fondamentali per vivere al meglio un concerto

Sei finalmente riuscito ad acquistare con i tuoi amici i biglietti per il concerto del tuo cantante del cuore ed ora è necessario organizzare la partenza? Ecco qualche consiglio per vivere un’esperienza memorabile ed evitare i soliti problemi tipici di un’organizzazione sbagliata o poco precisa.

Per prima cosa, è fondamentale ricordarsi che ad un concerto si va per divertirsi e non certo per partecipare ad una sfilata di moda. Pur mantenendo un look alla moda che rispecchi la nostra personalità, quindi, via libera ad abiti comodi che non stringono e non pizzicano. Non scegliete un outfit troppo caldo perché la calca aumenterà decisamente la temperatura. Se in autunno inoltrato o addirittura in inverno, molto meglio pensare ad un abbigliamento a strati che permetta di coprirsi o scoprirsi a seconda delle esigenze.

Per avere sempre con sé tutte le cose indispensabili che sarebbe impossibile reperire in breve tempo se non le avessimo già con noi, sarà utile organizzare un piccolo zaino o una borsa capiente e totalmente richiudibile.

Cosa non dovrà mancare? Ovviamente del denaro per acquistare qualche gadget lì sul posto o qualsiasi altra cosa sia necessaria, qualcosa da mangiare, una bottiglietta d’acqua, dei fazzoletti, possibilmente un telo per potersi sedere a terra prima dell’inizio del concerto, un caricabatterie portatile per il lettore mp3 e lo smartphone ed ovviamente il biglietto! Lo spazio nello zaino o nella borsa andrà razionalizzato al meglio. Evitate di caricarlo troppo e di ritrovarvi con un vero e proprio bagaglio. Vi toglierebbe libertà di movimento.

Un consiglio importante, soprattutto quando si prevedono molte ore di attesa prima che inizi il concerto, è localizzare sin da principio la zona adibita ai bagni chimici per eventi. Molto meglio concordare col proprio gruppo di amici di spostarsi per andare al bagno prima della kermesse musicale così da evitare problemi proprio durante l’esibizione.

Molto spesso prima dell’inizio di un concerto è necessario aspettare parecchie ore. L’idea migliore per ingannare il tempo è sicuramente quella di trovare qualcosa da fare con i propri amici come ad esempio giocare a carte e socializzare con altri giovani che attendono, come voi, l’inizio dell’esibizione. In questo modo a fine concerto non resterà solo il ricordo di aver visto dal vivo il proprio cantante preferito ma anche la possibilità di rimanere in contatto con nuovi amici.

MUSICA, DIFFERENZA TRA LA TECHNO E LA HOUSE

Nel corso dei secoli l’arte della musica ha visto un’evoluzione costante ed una certa diversificazione nei suoi generi. Se prima era ascoltata in ambiti ristretti e soltanto da pochi, al giorno d’oggi raccoglie tantissimi estimatori ed è diffusa ovunque. Attualmente, uno dei luoghi più gettonati dove ascoltare della musica e divertirsi in compagnia di amici e partner è la discoteca, in cui tuttavia si sono affermati negli ultimi decenni diversi generi musicali, presentati ed eseguiti da diversi Dj Roma o di altre località sparse in Italia e nel mondo. Di questi generi, quelli che hanno riscosso considerevole successo per diversi anni e si sono affermati soprattutto tra i più giovani sono la Techno e la House. Andiamo a conoscerne le caratteristiche e soprattutto le differenze.

 

TECHNO

 

 

Genere nato nei primi anni ’80 negli Stati Uniti ed in particolare a Detroit, il cui nome deriva dall’abbreviazione di “Technologic”, in quanto vi si utilizzava principalmente strumentazione tecnologica. Grazie ad un successo travolgente, si è diffusa in tutto il mondo, fino ad essere il genere più utilizzato in diversi festival e moltissimi locali, tra gli anni ’90 ed i primi del 2000. In seguito, ha visto un calo di popolarità, a favore di un altro tipo di musica, quella cosiddetta “House”.  La Techno comunque tende a usare suoni prettamente elettronici e melodie dall’armonia molto ridotta, con ritmi incalzanti e tendenzialmente più “ipnotici”. Da questo genere sono nate nel corso degli anni delle derivazioni o sottogeneri che si mischiano e, in alcuni casi, si confondono con altri: dalla “Tech-House” (fusione di Techno e House) e “Breaks” fino alla “Minimal” o “Electronica”.

 

HOUSE

 

 

Tipo di musica nata anch’essa nei primi anni ’80 e sempre negli Stati Uniti, ma in alcuni locali di Chicago, tra cui il celebre “Warehouse”, dal quale ne è derivato il nome. Questo genere è stato considerevolmente influenzato dalla Disco Music, che imperversava in quegli anni, arricchita poi da elementi di derivazione Funk presenti sul finire degli anni ’70. La House evidenzia melodie calde e ritmi energici ma molto ballabili e, nel corso degli anni, ha sostituito la musica Techno nel successo e nella diffusione internazionale. Anche da questo genere sono poi sorte tantissime derivazioni musicali che si sono affermate, tra cui “Progressive House”, “Acid House”, “Tech-House” e “Funky House”.  

 

DIFFERENZE

 
La Techno si basa su suoni più elettronici, meno melodiosi, davvero minimi, ma a livello armonico è molto lineare, con una certa ripetitività e utilizzo diffuso di frequenze alte. La House invece tende ad essere molto più calda, basandosi su vari strumenti, tra cui anche chitarre e pianoforti, in cui è forte l’influenza della Dance Music, soprattutto nell’armonia molto vivace ed articolata, poco ripetitiva rispetto alla Techno. Inoltre, una netta differenza si riscontra anche nella velocità di esecuzione dei brani: nella House è più o meno media, mentre nella Techno molto più veloce.   

Musica maestro! I migliori impianti di diffusione per l’organizzazione di eventi a Milano

L’organizzazione di eventi è un’attività che da qualche anno si è diffusa in maniera capillare in tutta Italia. È iniziata nelle maggiori città, copiata dagli Stati Uniti che amano fare ritrovi tematici molto specifici. In seguito le maggiori città europee hanno iniziato a festeggiare ogn i tipo di occasione ed è per questo che sono nate le agenzie specializzate per organizzare eventi. Per divertirsi occorre una location giusta, ed una festa deve il suo successo sia ai partecipanti ma soprattutto all’ambiente. Sono gli ambienti che creano gli stati d’animo e quello per una festa o un evento deve essere adeguato per il successo del party. Non solo feste, ma anche convention e raduni di tutti i generi devono essere organizzati in maniera competente ed è per questo che le imprese specializzate in questo tipo di attività proliferano ovunque.

Oltre all’ambiente, i tendoni, i tavolini, gli addobbi e quant’altro, la musica è fondamentale per la riuscita dell’evento. Le agenzie specializzate in organizzazione eventi Milano sono in grado di fornire i migliori impianti acustici comprensivi di disc-jockey per animare le feste, ma non solo, perché un evento va pianificato dall’inizio alla fine, pulizie comprese. Il personale adatto si occuperà della preparazione preliminare, allestendo la sala anche dal punto di vista elettrico, con eventuali impianti acustici posizionati nelle zone strategiche. All’evento sarà presente anche personale di sicurezza, hostess e steward in grado di accogliere gli ospiti e farli sentire a proprio agio; a seconda del numero di persone sarà necessario anche personale antincendio e comunque tutto l’impianto dovrà essere rigorosamente a norma di legge. Le agenzie conosco no perfettamente le normative locali, quindi si può stare certi che l’organizzazione eventi Milano verrà fatta ad opera d’arte.

L’impianto acustico è demandato a tecnici esperti che sono disponibili a fornire sia il materiale che l’assistenza necessaria adatta alla perfetta riuscita dell’incontro. Per ogni occasione ci vuole il tipo di musica adatto. Se l’evento ha lo scopo di attirare nuovi clienti, verranno diffuse onde sonore scelte dai tecnici che stimoleranno il rilassamento e la predisposizione all’acquisto. Viceversa, se è una festa dove bisogna essere allegri, ballare o fare karaoke, l’audio sarà di tutt’altro livello.

 Nel caso in cui ci sia da organizzare una festa danzante di un certo livello si può optare per un’orchestra, naturalmente considerando il proprio budget, perché più si sale di livello più l’allestimento costa. Certe feste non hanno prezzo, perché sono eventi che si fanno una sola volta nella vita e vanno ricordati per sempre. Per fare qualche esempio un addio al celibato o al nubilato va certamente organizzato come si deve, per non parlare di un matrimonio! Qui non si deve badare a spese perché i filmati rimarranno per sempre a disposizione di figli e nipoti che ogni volta li guarderanno per rammentare i propri avi nella maniera più bella. Altre feste in cui occorre un impianto acustico degno di tale nome sono i compleanni particolari o gli anniversari di nozze. I compleanni a cifra tonda sono un classico, la festa dei 40 ann i è una tappa importantissima, perché l’ingresso nel mondo degli anta va festeggiato nella massima allegria ballando e divertendosi tutta la notte.