Archivio della categoria: Curiosità

Catechismo: Istruzioni per l’uso

Quando i bambini arrivano all’età di otto anni e quindi frequentano la terza elementare, cominciano un percorso spirituale di iniziazione cristiana molto importante. Questo cammino di fede è il catechismo.

Solitamente si svolge nelle sale della Parrocchia di appartenenza ed ha la durata di un’ora a settimana e si protrae per circa due anni.

La parola catechismo viene tradotta da un termine greco che significa istruzione orale e rappresenta la storia della vita di Gesù ed i suoi insegnamenti.

Per i genitori il momento del catechismo deve, invece, essere l’occasione per introdurre i propri figli al mondo della cristianità accompagnandoli alle lezioni, alla messa della domenica e perché no, anche rileggendo con loro la parola di Dio rielaborata sui libri adatti ai bambini di quell’età.

Lo scopo finale di questo percorso sarà il raggiungimento del giorno in cui si riceverà la Prima Comunione.

 

Prima Comunione ed Eucarestia: che cosa significa?

 

La Prima Comunione è il momento in cui, per la prima volta, un bambino che ha frequentato il catechismo riceve l’Eucarestia ed entra a pieno titolo nella comunità cristiana.

L’Eucaristia, dal greco rendere grazie, è il sacramento creato da Gesù durante l’ultima cena in cui distribuì ai suoi discepoli pane e vino in rappresentazione del proprio corpo e del proprio sangue. Nella Chiesa Cattolica è il momento in cui il sacerdote offre il pane e il vino a Dio, in memoria di Gesù.
La Prima Comunione rappresenta il momento in cui il bambino incontra personalmente Gesù per la prima volta.

 

Come festeggiare un evento così importante

 

Quello della Prima Comunione è un evento che tutti ricordiamo con molta emozione ed in cui ci si sente per la prima volta protagonisti di qualcosa di speciale.

Dopo la cerimonia in Chiesa, quasi sempre, è usanza organizzare una festa per il bambino che ha ricevuto il sacramento.

E allora, tenendo conto del budget prefissato, del periodo che solitamente è quello primaverile e del colore bianco che deve essere predominante in quanto simbolo di purezza, via alla scelta per la location, il buffet, l’allestimento floreale, le bomboniere, la torta e tutto quello che concerne una festa da ricordare.

Se non ci si fida delle proprie doti di party planner, allora, ci si può rivolgere ad una ditta specializzata come, per esempio, nel caso di una Comunione a Roma, si può fare affidamento su Capitaleventi, un’agenzia leader nel settore dell’organizzazione di feste, sia per Comunioni, che per Battesimi, compleanni, lauree e molto altro ancora.

Confezioni regalo, il miglior packaging

Questa spiegazione sarà molto pragmatica. Se state pensando di fare un regalo, tutto ciò che viene in mente è la carta da imballaggio tipica o le buste con le stampe aziendali che si trovano nei grandi magazzini … aprite gli occhi! Perché qui ci accingiamo a presentare una opzione carina e molto più intelligente. Non è costosa, ed è personalizzabile, così vi farà fare una bella figura. Non importa quello che si regala perché la confezione già avrà sorpreso. Ecco alcuni contenitori da regalo che l’azienda SelfPackaging vi offre.

Siediti, rilassati e godi …

E questo mondo di opzioni diverse che vanno dalle più vivaci alle opzioni ai più organici ma eleganti… Il mondo di scatole da regalo di SelfPackaging è tutta una follia fantastica, la storia in cui la creatività e la funzionalità vanno insieme. Basta vedere le immagini qui sotto. Dai un’occhiata:

Hai ancora più voglia? Beh non è un problema perché l’azienda ed il suo sito web hanno spazio per molte idee audaci e soprattutto per “contenitori molto molto cool”, come dice il suo slogan. Non c’è dubbio che tra il dare un regalo avvolto in carta da imballaggio sgualcita o darlo in una di queste scatole regalo meravigliose, c’è una grande differenza. Dai un piccolo passo nella cura della confezione e offri questi contenitori molto carini.

Il significato dei sogni

La grande scoperta di Freud e della psicanalisi evidenzia come nella nostra mente, oltre a quello che diciamo, che pensiamo, esiste una parte più nascosta, l’inconscio, dove teniamo dentro alcuni importanti aspetti della nostra personalità.

Infatti, la nostra mente è come un iceberg, dove la parte emergente rappresenta il conscio (cioè tutto quello di cui siamo pienamente consapevoli), la parte sommersa l’inconscio (che e la sfera dell’attività psichica che non raggiunge la soglia della coscienza ed e quindi al di fuori di un controllo consapevole).

Dalla sfera del conscio vengono dunque spostati nell’inconscio tutti i ricordi penosi, insopportabili o inutili, ad esempio i traumi infantili, i problemi sessuali, i desideri irrealizzati, …

Questi problemi non vengono pero risolti ma solamente “accantonati” e continuano quindi a renderci inquieti e infelici. L’inconscio ci rivela i suoi problemi attraverso il sogno che ha un linguaggio simbolico e un meccanismo censurante che distorce i problemi fondamentali sotto altre sembianze.


Per questo, l’interpretazione dei sogni diventa quanto mai fondamentale per comprendere a fondo la nostra personalità.

In particolare, vi sono alcuni sogni più frequenti di altri, che praticamente tutti abbiamo provato almeno una volta nella vita.

Il sogno più frequente, secondo gli studiosi è quello dei ragni e questo sogno nasconde la paura in chi sogna di essere manipolato o di manipolare le altre persone, che finiscono proprio nella tela del ragno.

Altro sogno ricorrente in molte persone riguarda lo scappare da qualcuno o qualcosa ed in questo caso diventa molto importante capire proprio da chi si sta sfuggendo, perché questo sogno, secondo chi lo interpreta, concerne da parte del sognatore la ricerca di scappare da qualcosa di doloroso, dai problemi, dalle responsabilità della vita quotidiana.

Altro sogno ricorrente concerne quello di essere nudi, che spesso rappresenta la paura di sentirsi inadeguati fra le persone, di far vedere il proprio io privo della protezione della nostra autostima, raffigurata dagli abiti.

Iscriviti alla pagina delle offerte di lavoro e suggerisci ai tuoi amici!

Tecniche di seduzione

Molti dicono che per innescare i meccanismi di attrazione sessuale siano necessarie tutta una serie di tecniche di seduzione ben studiate che stimolino nella giusta maniera le corde della sessualità e quindi facciano in modo da far cadere tutte le inibizioni ed i taboo. Questo però riguarda soprattutto gli uomini anche perché, come è ben noto a tutti, le donne non hanno bisogno di ricorrere a giochini e tecniche per sedurre un uomo; la donna seduce e basta! Questo vuol dire quindi che per sedurre una ragazza un uomo deve seguire pedissequamente quanto insegnato dalla sensualità insita nelle donne. Una donna ad esempio può usare il proprio fascino fisico per adescare; calze autoreggenti tacco e scollatura ed un uomo cadrà ai suoi piedi. Per un uomo non è certo così facile, diciamo che non è mai stato molto seducente un uomo con reggicalze e tacchi a spillo, piuttosto però può utilizzare il proprio corpo in maniera differente per attirare la donna da conquistare. Ad esempio, una donna che risaputamene non viene attratta dallo scollo di un uomo sarà sicuramente e maggiormente attirata verso un uomo che abbia qualcosa da dirgli. Pertanto, se è tua intenzione conquistare una ragazza, è bene che tu faccia in modo da chiacchierare con lei dicendole apprima cose interessanti per poi portare in maniera leggera e convincente il discorso verso nuovi orizzonti. Stimolando la fantasia di una donna farai in modo da avvicinarla a te e potrai quindi tentare l’arma della seduzione sessuale. Come? Beh, creando tensione sessuale tra di voi. Per creare tensione sessuale, è importante stabilire gradualmente  un contatto magari sfiorandole una mano o carezzandole i capelli. Solo dopo aver visto le sue reazioni puoi valutare fino a che punto spingerti, esagerare infatti può essere molto controproducente, capita spesso infatti che, quando troppo si vuole nulla si ottiene ed è questa una regola generale di vita non solo una tecnica di seduzione.