Archivio della categoria: Divertimento

Come organizzare una festa di 18 anni al meglio?

Una domanda che assale i neo-maggiorenni da sempre è: si possono festeggiare i 18 anni in modo originale, simpatico, trasgressivo e rispettoso del portafoglio di mamma e papà?

La risposta dipende dal festeggiato!

Sono due i tipi di diciottenne che si presentano:

– Lo svogliato, senza tempo nè fantasia

– L’ entusiasta all’idea di lanciarsi tra biglietti di invito e prenotazioni di locali.

Per le due categorie le parole chiave sono tre: calma, organizzazione e fantasia!

 

Sia che si decida di affidarsi a qualcuno o si pensi a tutto in autonomia è fondamentale avere ben chiaro che prima di tutto l’obiettivo è divertirsi e far divertire, non facendosi assalire da ansie e da pensieri apocalittici del tipo “Oddio!, e adesso cosa mi metto??”.

Chi preferisce delegare ed ha la fortuna di essere sponsorizzato dagli entusiasti(?) genitori è fortunato, perchè in Italia ormai vi sono moltissimi organizzatori di feste di 18 anni ed eventi che si sono specializzati a mettere a punto feste da favola per tutti i gusti e le tasche.

La cosa positiva sarà l’atmosfera impeccabile e il successo assicurato. La cosa negativa sarà il carattere forse un pò impersonale della festa.

Chi invece preferisce l’opzione “fai da te” si dovrà preoccupare di reclutare amici pazienti e parenti, che lo aiuteranno a decidere tema, location e rinfresco.

Il posto scelto? una piscina, una discoteca, o un giardino di una casa fantasma, o comunque un posto che si frequenta e a cui si è affezionati sarà una scelta azzeccata.

Il tema per la festa dei 18 anni, che sia anni 90, il rosa, o i nuovi mostri dovrà rispecchiare la personalità del festeggiato.

Ed i regali? Più grande sarà l’impegno più saranno di un certo livello!

Meditate ragazzi meditate!

E’ la festa più unica di tutte!

DJ PIU’ PAGATI AL MONDO

Se un giorno qualche genitore avesse avanzato dei dubbi sulle opportunità di guadagno di un Disc-Jockey (o comunemente detto “DJ”) nel caso avesse sentito che questa fosse la professione desiderata da un figlio, si dovrebbe ricredere. Infatti, nel caso si riuscisse a riscuotere successo e non ci si fermasse soltanto ad essere un normale DJ Roma e quindi si varcassero non solo le Alpi ma anche l’oceano, le prospettive di guadagno non sarebbero minori rispetto ad un asso del calcio europeo o del basket americano oppure ad una stella del cinema statunitense. Naturalmente diversi DJ non si fermano soltanto alle serate in discoteca, ma diventano produttori discografici, autori di brani musicali più o meno divenuti celebri, creatori di linee di abbigliamento ed anche oggetti di varie sponsorizzazioni di diverse aziende importanti.

Ecco quindi una sorta di lista dei DJ più pagati al mondo. La star ormai indiscussa da diversi anni è lo scozzese Calvin Harris, che ha “racimolato” ben 63 milioni di Dollari in un anno, tra serate in discoteca, presenze a decine di festival internazionali e produzioni musicali. L’ex commesso di drogheria di Dumfries, cittadina nel Sud-Ovest del Paese, tuttavia ha “perso”, rispetto all’anno scorso, 3 milioni. Segue a notevole distanza il DJ olandese Tiesto, con “soli” 38 milioni di Dollari annui, frutto di centinaia di concerti effettuati in diverse parti del mondo e della sponsorizzazione da parte dell’azienda “Guess”. Il musicista di Breda ha “arrotondato” inoltre anche con diverse produzioni discografiche. Un pò più distante si piazza poi il francese David Guetta con 28 milioni di Dollari, accumulati grazie a concerti e presenze nelle località turistiche e festival più rinomati, oltre che dalle collaborazioni musicali con diversi cantanti ed artisti internazionali. L’ex manager di discoteca parigino, autore del brano principale dei campionati europei di calcio svoltisi proprio in terra transalpina, infatti ha effettuato, nel corso degli anni, collaborazioni con cantanti del calibro di Madonna, Christina Aguilera, Rihanna e Kylie Minogue. Con i suoi 24,5 milioni di Dollari all’anno troviamo il DJ russo ma naturalizzato tedesco Zedd. Il musicista e produttore discografico di Saratov, vincitore tra l’altro nel 2014 di un Grammy Award, ha effettuato collaborazioni artistiche con celebri cantanti come Justin Bieber e Lady Gaga, oltre che diverse apparizioni in eventi e festival musicali. Infine, poco distante troviamo il DJ americano di origine giapponese Steve Aoki, con 23,5 milioni di Dollari annui, frutto delle tantissime partecipazioni ad eventi vari, del lancio di alcuni brani musicali, della partecipazione azionaria in varie società del settore e della sponsorizzazione dell’azienda “Bud Light”. Inoltre, il compositore di Miami è anche creatore di un’etichetta discografica e di una propria linea d’abbigliamento.

La nuova moda del prediciottesimo

Ogni anno in Italia vengono “importate”  delle particolari mode alcune di dubbio gusto, soprattutto dagli Stati Uniti.

Nell’era della digitalizzazione e dei social network queste si avvicinano fortemente al trash, che riesce a raccogliere sempre più follewer e visualizzazioni.

Un esempio di questa nuova tradizione è la moda di organizzare il prediciottesimo, che si sta imponendo facendo passare in secondo  piano quel magico giorno che può essere la propria  festa dei 18 anni, infatti sempre più ragazzi e ragazze si sono avvicinati a questa nuova moda, che precede il giorno della maggiore età.

In cosa consiste il prediciottesimo

Questa nuova frontiera del festeggiamento nasce sul web, diventando ben presto un tormentone e sviluppandosi anche in Italia, soprattutto tra i ragazzi del centro sud.

Il prediciottesimo consiste nel girare dei video, che vengono realizzati sia da professionisti che da  video amatori, che riprendono la giornata del ragazzo o della ragazza prossimo a compiere i 18 anni, focalizzando l’obiettivo su particolari effetti scenici, location spesso originali, abbigliamento eccessivo, mostrando  quello che è considerato il fascino della gioventù di chi si appresta ad entrare nel mondo degli adulti con il compimento della maggiore età. Di norma i ragazzi stessi desiderano che il loro video assomigli molto a quelli che sono i videoclip di cantanti internazionali famosi, manifestando attraverso il prediciottesimo la loro voglia di essere protagonisti e di vivere questo sogno almeno per un giorno.

Questi video solitamente vengono commissionati dai genitori e fatti vedere al festeggiato il giorno del suo compleanno ed hanno anche un costo elevato che può andare dai i 600 ai 2000 euro a secondo della durata e degli effetti che si vogliono utilizzare. Sono considerati tra i video più visti del web, alcuni hanno avuto anche milioni di visualizzazioni, tanto da essere poi trasmessi anche in televisione.

Molti esperti di web e tv hanno considerato i  video dei prediciottesimi l’emblema del trash, infatti tra musiche di sottofondo e pose da attori navigati  i ragazzi risultano essere a volte quasi ridicoli tanto da strappare ai telespettatori sia sorrisi che inquietanti domande sul fenomeno.

ATtualmente, oltre che sul web, al fenomeno sono stati dedicati anche spazi televisivi con programmi che di volta in volta raccontano la storia di un ragazzo/a che ha scelto di fare un video così, mostrando anche come il fotografo e videomaker opera per la realizzazione stessa.

Barzellette e battute per tutti i gusti da postare, inviare e condividere

Come recitava una vecchia canzone degli anni ’80 “L’estate sta finendo…” e si ritorna dal mare, dalle vacanze, dagli appassionanti e appassionati amori estivi, dai tornei sulla spiaggia, dalle avventure brucianti, dai falò ecc. Si torna al tran tran quotidiano, allo studio, al lavoro, alla routine di tutti i giorni. Il rischio che si sorrida di meno è dietro l’angolo… Allora, cosa fare? Quale rimedio adottare per non ridiventare seriosi?  
Cercate barzellette e battute per tutti i gusti da postare sui vostri profili social o da condividere tramite i vostri gruppi su Whatsapp, da inviare agli amici, da leggere insieme con le persone con le quali vi trovate bene e con le quali desiderate trascorrere alcuni istanti felici.
Le barzellette, le battute, le freddure o i colmi nascono per imparare a vedere il lato comico, divertente, paradossale della vita. Di per sé rappresentano piccole storie, brevi racconti sui quali poter sorridere, imparando a non prendere né se stessi, né gli altri, né il mondo né la vita troppo sul serio.
Ma il bello delle barzellette, delle battute, delle freddure, dei colmi è quello di ascoltarle da tizio o da caio,  di leggerle su quel blog e poi di farle proprie e di condividerle con altre persone, con tante altre persone.
Infatti le più belle battute, così come le barzellette più belle fanno il giro del mondo e si diffondono alla velocità della luce, per dirla con un termine molto caro al web moderno, si propagano in maniera virale.
Se non siete dei grandi conoscitori di barzellette, allora è giunto il momento di cominciare ad impararle.
Per riuscire in questa operazione non hai bisogno di altro che di una connessione, il web, infatti, dà una grossa mano, perché è davvero molto semplice trovarne tante, sempre nuove, divertenti, ed esilaranti.