Ottobre 1, 2022

Karin Ann scala il successo con i suoi singoli di grande attualità: in arrivo il nuovo “Looking at porn”

Karin Ann è un’artista slovacca di 19 anni. Irriverente, trasgressiva, divertente, ricca di energia, sono senza alcun dubbio alcune tra le sue più importanti caratteristiche. Non solo, Karin è una donna che nonostante la sua giovane età sa essere forte davanti alle difficoltà della vita e vuole a tutti i costi che i diritti di ogni persona possano essere rispettati al cento per cento. Le sue canzoni cercano di sensibilizzare proprio su questo tema, sui diritti di ogni persona alla vita e alla felicità, sui diritti delle minoranze che non vengono purtroppo riconosciuti, sui diritti della comunità LGBT. Non solo, cercano di sensibilizzare su tutti quei problemi che spesso passano sotto silenzio, come l’odio in rete causato da conflitti generazionali.

L’odio in rete causato da conflitti generazionali, di cosa si tratta

L’odio in rete è oggi come oggi dilagante, talmente tanto che utilizzare i social network può risultare rischioso. Per i più giovani è ancora più rischioso, non solo perché i giovani spesso sono fragili e si lasciano quindi trasportare dai commenti negativi, ma anche perché c’è un tipo di odio che proprio su di loro si riversa. Si tratta di quell’odio che è fomentato proprio dalla differenza di età, da un conflitto generazionale che è ormai in atto. Si tratta quindi di atti condotti a danno dei più giovani da persone molto più grandi, di mezza età e oltre. Sono messaggi quelli inviati dalle vecchie generazioni alle nuove che possono creare non pochi problemi.

Che fare? Secondo a Karin Ann si tratta di messaggi che non meritano risposta né considerazione. Ecco che la cantante quindi vuole con le sue parole ridicolizzare l’odio in rete e coloro che lo perpetuano. Vuole spiegare ai più giovani di fregarsene, e di continuare a camminare sulla propria strada come se niente fosse. Semplice? No, affatto, ma è l’unica cosa possibile.

Il brano che racconta tutto questo in chiave leggera, ironica e divertente si intitola “Looking at porn” e sarà disponibile in versione EP sulle piattaforme digitali a partire dal 25 febbraio. Per il momento è però possibile godere del video, che è infatti già stato pubblicato su YouTube. Il video è diretto niente meno che da Simone Peluso. Ancora una volta quindi la giovane cantante ha scelto l’Italia per la realizzazione del videoclip. Doveroso ricordare che al brano ha collaborato anche il produttore Matt Schwartz. È un produttore di fama internazionale, che ha avuto modo di collaborare nel tempo con molti artisti come ad esempio Robbie Williams, Kylie Minogue o Trevorn Horn. Karin ne parla in modo egregio, lodando la sua capacità di far sì che un artista possa esplorare ogni aspetto della propria personalità e metterlo nelle sue canzoni.

Karin Ann, una cantante che tratta temi molto attuali

Tutte le canzoni di Karin Ann trattano temi molto attuali. Doveroso senza alcun dubbio ricordare il singolo uscito nel mese di dicembre dal titolo “We’re friends, right?”, che è riuscito a collezionare nel giro di pochissimo tempo circa 800mila stream su Spotify. Parla di due amiche che decidono di iniziare una storia d’amore. Con il passare del tempo però questo amore diventa sempre più ossessivo, si trasforma in un amore tossico, che non fa del bene a nessuna delle due parti in gioco. Le due ragazze decidono di lasciarsi, ma vogliono provare ad essere amiche, un’amicizia che è impossibile. Non è una canzone semplice, ma senza alcun dubbio è un brano in cui molti, moltissimi giovani possono rivedersi. Non è certo un caso se ha avuto un successo così straordinario!

Comments

comments

Lascia un commento