Luglio 30, 2021

Lenti progressive: abituarsi non è poi così difficile

Le lenti progressive, chiamate anche bifocali, consentono di guardare con nitidezza a qualsiasi distanza ma spesso le persone hanno il timore di non riuscire a prendervi dimestichezza.

In realtà, la convinzione che questa particolare tipologia di lenti sia complessa nell’utilizzo, è una falsa credenza appartenente ai modelli più vecchi e datati. Alle versioni più moderne ci si abitua in tempi decisamente brevi.

Queste lenti servono per guardare a tre distanze diverse attraverso un unico paio di occhiali e vengono consigliate sopra i 40 anni nei casi di presbiopia oppure ai bambini, per prevenire l’aggravamento della miopia.

Occhio e cervello devono abituarsi alle lenti progressive

Le lenti progressive, facenti parte dell’ottica avanzata moderna, sono formate da tre sezioni ben distinte che permettono di mettere a fuoco l’immagine a prescindere dalla sua distanza.

Per far si che la visuale diventi nitida nell’arco di piccole frazioni di secondo, c’è bisogno che il cervello e l’occhio si abituino alla nuova lente. 

Per guardare ad una distanza di 40cm circa, si farà riferimento alla parte bassa della lente, e si utilizzeranno le sezioni più alte man mano che ci allontaniamo dal punto osservato.

Inconvenienti da lenti progressive, brevi e facilmente risolvibili

Solitamente chi è alle prime armi con le lenti progressive, tenderà a muovere spesso la testa, proprio perché dovrà comprendere bene l’utilizzo delle varie aree della lente.

La visuale inizialmente potrebbe risultare distorta e poco nitida, ma basteranno pochi giorni per abituarsi alle lenti progressive, purché tenute con costanza tutto il giorno. Solitamente non si superano le 2/3 settimane per imparare ad indossare delle lenti progressive con disinvoltura.

Un altro trucchetto che può essere utilizzato per adattarsi facilmente a queste lenti, è quello di acquistare una montatura confortevole, in modo da essere maggiormente invogliati ad indossarle. Oppure cercare di frequentare luoghi conosciuti e familiari, in modo da rimanere ben orientati.

Lenti progressive, tanti vantaggi in un unico prodotto

Oltre alla comodità nel dover trasportare ed indossare un unico paio di occhiali per guardare a distanza diverse, vi è il grosso vantaggio di poter godere di un design pulito, mimetico e identico a quello di un paio di occhiali da vista con lenti graduate normali.

Gli occhiali con la lunetta inferiore più spessa sono ormai un lontano ricordo, ad oggi chi indossa le lenti bifocali può sfoggiare degli occhiali con un design pulito e tradizionale.

Le lenti progressive sono convenienti anche dal punto di vista economico, in quanto seppur leggermente più onerose rispetto a quelle classiche, permettono di spendere per l’acquisto di un unico paio di occhiali invece di tre. Un risparmio non di poco conto, considerando che ci potrebbero essere famiglie con più di un componente bisognoso di questo prodotto. 

Ecco quindi che le lenti progressive, seppur impegnative dal punto di vista dell’utilizzo in fase iniziale, celano un sacco di vantaggi a cui è veramente difficile rinunciare. Lo sa bene chi è costretto a cambiare continuamente occhiali, dovendosi portare dietro borse, marsupi o altri oggetti utili per riporre il paio inutilizzato.

Comments

comments

Lascia un commento