Luglio 3, 2020

Patente a punti: hai controllato il tuo saldo?

 

L’incubo dei punti della patente lascia insonni non pochi automobilisti che devono fare i conti con decurtazioni, funzionamento premi, saldo da verificare e rischio di essere rimasti “a secco” per poca disciplina stradale e perché no, alle volte anche un po’ di sfortuna!
Soprattutto quando si è giovani, spesso per inesperienza e talvolta per incoscienza, si commettono grandi e piccole infrazioni che compromettono il saldo, facendoci venire il dubbio che i 20 punti iniziali siano a rischio e si sia entrati in una sorta di zona rossa da tenere altamente sotto controllo.

Introdotta nel 2003 prevede un pacchetto di partenza di 20 punti che possono diminuire a seconda delle infrazioni del codice della strada certificate e che variano a seconda del grado di pericolosità. La massima decurtazione, 10 punti, si applica in caso di infrazioni molto gravi come ad esempio gare di velocità su strada, circolazione controsenso, sorpassi pericolosi e superamento del limite di velocità di oltre 60 km orari.

Ma anche una disattenzione può costarci qualche punto: sono previsti decurtazioni da 1 a 3 punti in caso di luci spente oppure per la sosta in zone predisposte per la fermata del bus. Per essere accertarsi della gravità dell’infrazione è possibile consultare la tabella di decurtazione dei punti della patente.

Insomma per ritrovarsi a zero punti, e dover così sostenere nuovamente l’esame di guida, serve non solo una grave infrazione ma anche accumulare nel tempo tutte quelle piccole disattenzioni che possono costarci caro.

L’importante è tenersi aggiornati e verificare il saldo punti sia online sul portale dell’automobilista sia attraverso il numero verde della Polizia di Stato.

Comments

comments

Lascia un commento