Archivio tag: caccia

I giovani preferiscono la caccia fotografica a quella classica agli animali

Ultimamente si parla spesso del disinteresse dei giovani verso sport come la caccia. Che ci sia un calo di praticanti è indubbio. I costi per le armi sono decisamente alti. Spesso i giovani poi amano avere un rapporto contemplativo con la natura, magari praticare la fotografia e stampare foto dei propri scatti.

Poi possiamo dire che per praticare la caccia bisogna seguire tutta la trafila per avere tutta una serie di documentazioni.

Come andare a caccia con i documenti in regola

L’esercizio della caccia è stato disciplinato con la legge numero 157 dell’11 febbraio 1992, che stabilisce non solo le formalità che ogni cacciatore è tenuto ad espletare, ma anche una serie di norme a tutela della fauna selvatica omeoterma.

L’esercizio della caccia è legalmente consentito nel nostro Paese, a patto che, per non incappare nelle pesanti sanzioni previste dalla legge, si sia in regolare possesso di determinati requisiti e documenti.

Per poter cacciare bisogna, innanzitutto, aver compiuto 18 anni d’età, essere muniti di porto di fucile per uso di caccia rilasciato dalla Questura ed aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della caccia. È necessario essere assicurati contro eventuali danni provocati a terzi dal maneggio delle armi durante l’esercizio della caccia, essere muniti di regolare tesserino venatorio ed aver corrisposto la tassa governativa annuale.

Qualora durante le vostre escursioni veniste fermati dagli agenti del Corpo Forestale o dalle guardie delle associazioni venatorie o di protezione dell’ambiente, dovrete prontamente esibire la licenza di porto di fucile per uso caccia in corso di validità, il contrassegno della polizza di assicurazione obbligatoria ed il tesserino con indicate le forme di caccia consentite, il calendario regionale e le aree in cui è consentito cacciare. Dovrete, inoltre, permettere agli agenti di verificare che l’eventuale selvaggina catturata o abbattuta non sia appartenente a specie protette.

La licenza di porto di fucile per uso di caccia viene rilasciata dalla Questura ai cittadini maggiorenni che abbiano superato l’esame di abilitazione all’esercizio dell’attività venatoria. Valida sull’intero territorio nazionale, la licenza ha la durata di sei anni e non viene rinnovata automaticamente ma il titolare ne deve fare espressamente richiesta. Senza l’abilitazione all’esercizio venatorio non potrete ottenere la licenza di porto di fucile per uso di caccia. Per ottenerne l’abilitazione, dovrete presentare domanda al presidente della vostra provincia di residenza, allegando una documentazione medica di idoneità. Dovrete, inoltre, superare un esame teorico che verterà sulla legislazione sulla caccia, nozioni di zoologia, pronto soccorso, armi e munizioni e le leggi che le disciplinano.

L’esercizio della caccia durante i primi 12 mesi dal conseguimento della licenza di porto di fucile per uso di caccia deve obbligatoriamente essere effettuato in compagnia di un altro cacciatore che ne sia in possesso da almeno tre anni.

Il tesserino venatorio regionale, rilasciato dal Comune di residenza, ha la finalità di monitorare l’esercizio della caccia durante l’annata venatoria. Lo scopo della polizza assicurativa, invece, è quello di garantire la responsabilità civile verso terzi per eventuali danni provocati dal maneggio delle armi da fuoco durante l’esercizio della caccia. È, inoltre, disponibile una polizza antinfortunistica per il cacciatore medesimo.

Se non vi interessa la caccia ma solo la fotografia nella natura vi consigliamo per stampare foto su carta il sito di Cewe, da sempre sinonimo di stampa di qualità. Potete ordinare le vostre stampe online e ricevere il tutto comodamente a casa.