Esperienze di studio e lavoro in Australia

Australia: meta di destinazione per giovani

In tempi come quelli attuali sono tantissimi i giovani che decidono di abbandonare l’Italia per cercare fortuna altrove. Le mete più ambite sono i Paesi del nord Europa e gli Stati Uniti d’America, ma ci sono anche quelli che decidono di affrontare 16000 km e 24 ore di volo per raggiungere una terra tanto affascinante quanto poco considerata: l’Australia.
Quando si pensa a questo enorme continente, vengono subito in mente campi sterminati di canguri, animali simpatici e caratteristici, e spiagge immense piene di surfisti coraggiosi che decidono incuranti di praticare questo sport nonostante gli squali.
In realtà, spesso la visione di un Paese è un pò distorta per via dei tanti luoghi comuni che la descrivono, e l’Australia è uno di questi. Questo Paese è davvero sorprendente, ricco di paesaggi mozzafiato e abitato da persone con un altissimo senso civico e orgoglio nazionale. Questo forse è il motivo per cui i confini dell’Australia, rappresentati solo dalle coste, sono protetti e tutti coloro che non sono in possesso di un visto non possono accedere e vengono immediatamente rispediti a casa.

Ottenere un visto: attenzione agli errori

Il Department of Immigration and Border Protection è l’organo che si occupa di gestire l’integrità dei confini australiani e la sicurezza dei suoi abitanti. Per questo motivo, prima di partire e affrontare un viaggio così lungo è bene informarsi e dotarsi di tutti i documenti necessari per l’accesso. Una cosa importante da tenere a mente prima di imbarcarvi in fregature, è che soltanto gli agenti di immigrazione registrati con il codice di MARA sono autorizzati a rilasciare visti in cambio di denaro.
Utilissimo sito che vi fornirà un’utile guida su tutte le procedure da attuare è Visto-Australia.it
E’ possibile richiedere il visto in maniera gratuita, compilando gli appositi moduli con cui dichiarate di voler ricevere le dovute autorizzazioni.
E’ quasi sempre necessario sottoporsi ad una visita medica, che sarà più o meno accurata a seconda del motivo per cui si vuole entrare in Australia.

Studiare e lavorare in Australia: lo Student Visa e Working Holiday Visa

Sempre più persone decidono di studiare in Australia. Per farlo, occorre essere in possesso dello Student Visa, che non ha un limite massimo d’età e permette anche di far rientrare anche famigliari a carico. Può essere richiesto più di una volta e si ha la possibilità di lavorare part-time 20 ore alla settimana o full-time durante il periodo di sospensione dei corsi. Nel caso in cui si stia seguendo un master, invece, è possibile lavorare un numero illimitato di ore.
Se invece volete andare alla scoperta dell’Australia e pagarvi le spese lavorando, è possibile richiedere il Working Holiday Visa, che ha la durata di un anno, con la possibilità di essere prorogato.
Entrambi i visti devono essere richiesti all’Ambasciata Australiana prima della partenza, ma la cosa migliore è richiederlo online, attraverso il sito ufficiale del dipartimento incaricato.
Le tempistiche sono molto brevi, da qualche giorno fino a poche settimane.
I costi sono variabili, ma non molto esosi.

Comments

comments

Lascia un commento