Verniciare casa : consigli per i giovani

Ahimè almeno una volta ogni 2-3 anni bisogna fare l’operazione che tutti odiano, cioè verniciare la propria casa. Vediamo quindi alcuni consigli che vi renderanno questo lavoro più semplice e veloce. Per prima cosa dovrete andare a ripulire il muro dalla pittura precedente, quindi armatevi di pazienza e grattatela dai muri togliendone tutti i residui. Una volta che la parete è perfettamente liscia, andrà lavata in modo da togliere tutti i germi che si sono annidati. Vi basterà diluire in un po’ d’acqua il comune detersivo dei piatti e con uno straccio inumidite la parete in senso circolare, risciacquando un paio di volte. In zone dove è presente la muffa, diluite in 16 parti d’acqua una parte di candeggina e strofinate la parte ammuffita. Una volta che tutta la parete è completamente asciutta, vi consigliamo di passare uno strato di cementite, una pittura opaca a base di oli e pigmenti bianchi che oltre a lasciarvi una parete perfettamente liscia, tenderà a far durare di più la vernice in modo da poter tranquillamente tardare questa operazione. Una volta asciutta, potrete finalmente dare la prima mano di vernice e iniziare a scegliere i colori primari. Acquistate in un colorificio la colorazione che più vi piace e seguite le istruzioni alla lettera per quanto ne riguarda la diluizione. Se la vernice è nuova, non c’è bisogno di filtrarla, ma se la latta è rimasta ferma dagli anni precedenti, dovrete filtrare il liquido mediante l’utilizzo di un vecchio collant di nylon di vostra moglie. Una volta preparato il composto, dovrete decidere che strumento utilizzare per il tinteggio. Siete più da rullo o dal vecchio e classico pennello? In entrambi i casi una volta immerso lo strumento di lavoro nella pittura non potrete riversarlo subito sulla parete ma dovrete scolare la vernice in eccesso mediante l’uso della reticella. Passate sempre la pittura in un senso solo e non interrompete mai il lavoro in una metà del muro, ma arrivate almeno fino all’angolo o al bordo opposto della parete. Una volta passata la prima mano, è buona norma fare asciugare la parete e passarne una seconda, in modo da rendere l’effetto più omogeneo. Ovviamente per ogni tecnica che utilizzerete ci saranno consigli diversi, questo vale per la classica “mano di vernice”, cercate online i vari tutorial e guide per creare per esempio il tamponato, l’effetto sabbia, le terre fiorentine e così via. Un consiglio un po’ stravagante ma pare efficace, trovato online è la tecnica per togliere prima l’odore acre della vernice dalla stanza. Non dovrete fare altro che prendere una grossa bacinella riempirla con acqua fredda, disporla al centro della stanza e tagliare dentro una o due cipolle molto grandi e lasciarla ferma tutta la notte.

Comments

comments

Lascia un commento