Pneumatici estivi: consigli per la scelta migliore

Si avvicina la stagione più calda dell’anno e per coloro che abitano in zone fredde, dove d’inverno vengono montate gomme M+S (mud + snow) per fronteggiare in maniera adeguata piogge copiose, ghiaccio e neve,  è arrivato il momento di sostituire gli pneumatici per la propria auto. Per questo 2017 la circolare ministeriale impone di sostituire tali pneumatici dal 15 Aprile sino al 15 Maggio, pena sanzioni pecuniarie anche piuttosto salate (come potete leggere a questo link http://www.pneumatici.it/pneumatici/automobile.

Oltre alla possibilità di incorrere in sanzione, sostituire gli pneumatici invernali con quelli estivi permette di essere più sicuri alla guida. Un veicolo sul quale vengono correttamente installati gli pneumatici estivi giusti vi permetterà infatti di avere una migliore tenuta di strada, anche ad alta velocità, e di frenare in modo più preciso e tempestivo.

L’offerta per pneumatici estivi è così ampia che spesso anche gli automobilisti più esperti vanno in confusione non sapendo davvero cosa scegliere. Cerchiamo di capire qualcosa in più sugli pneumatici estivi ed i consigli per la scelta migliore da fare.

Nelle zone a clima mite, i pneumatici estivi sono l’ideale tra aprile ed ottobre e vanno sostituiti necessariamente qualora ci si sposti in zone con forte variabilità meteorologica o sopravvengano piogge frequenti e copiose per le quali questo tipo di gomme risulta inadatta.

Ma qual è la differenza fondamentale tra queste due macro-tipologie? La mescola degli pneumatici estivi è diversa da quelli invernali per ovvie ragioni. Nel caso di gomme estive, infatti, questa è molto meno elastica.

I migliori pneumatici estivi devono inoltre avere una bassa resistenza al rotolamento e livelli di rumore particolarmente ridotti che conseguentemente garantiscono un importante risparmio di carburante ed una guidabilità del veicolo più morbida con minore resistenza del volante.

L’estate è un momento particolare dell’anno che con le sue alte temperature mette a dura prova i nostri pneumatici. Ecco perché gli pneumatici estivi migliori devono assolutamente essere dotati di barre battistrada, nervature e scanalature. A proposito di queste ultime, inoltre, la loro profondità non può e non deve assolutamente essere inferiore agli 8 mm. Profondità del battistrada inferiori a questo valore potrebbero infatti mettere a rischio la sicurezza dei passeggeri del veicolo aumentando il rischio di aquaplaning e la distanza d’arresto in caso di frenata improvvisa.

 

Comments

comments

Lascia un commento