Migliora le tue tecniche di cucina con SuperCuoca

Ammettilo. Tu, studente universitario che vive fuori dalle solite mura domestiche in cui mamma prepara tutto dalla prima colazione al dessert della cena, ritrovarti in un nuovo ambiente privo di comodità e di ogni agiatezza può essere uno shock.

Se non si ha una solida base di partenza, internet può essere di enorme aiuto in questi casi aiutando i poveri spaesati a risollevarsi e a meglio organizzarsi le giornate tra studio, pulizie casalinghi e fornelli. In quest’ultimo caso un valido aiuto viene fornito dal sito SuperCuoca.it che grazie ai suoi preziosi consigli impartisce vere e proprie lezioni di cucina sotto forma di articoli semplici e chiari senza troppi giri di parole. Non sai a cosa fanno bene le fragole o a cosa fa bene il miele? Non sai cosa sono le animelle o cos’è il filetto? Peggio ancora, non hai la più pallida idea di come si faccia il lievito madre (o di cosa sia) ne com’è possibile fare del pane in casa con lievito istantaneo in meno di un’ora. Non preoccuparti perché Supercuoca ti viene in soccorso come un vero Supereroe.

Con i suoi articoli scritti con un linguaggio semplice e diretto fornisce la risposta a tutte queste – e molte altre – domande inerenti il mondo della cucina.

Gli autori del sito non si preoccupano minimamente di “svergognare” chi, tra rinomati chef di cucina, usa termini impropri per indicare un prodotto che in realtà dovrebbe chiamarsi in altro modo. E’ il caso della creme fraiche che il noto (e per qualcuno anche antipatico) Bruno Barbieri indicò essere come della normale panna acida. In realtà c’è da sottolineare il fatto che il termine è stato storpiato qui in Italia a causa di persone che come lui ne fanno un uso improprio. La creme fraiche in Francia altro non è che la nostra comune panna da cucina (significa appunto “crema fresca”). Quella che dovrebbe definirsi panna acida è in realtà la creme fraiche epaisse.

Ecco, questo è solo un esempio di quanto descritto sul sito. Nuovi articoli sono disponibili ogni giorno anche attraverso la pagina Facebook apposita.

Comments

comments

Lascia un commento